Cerca nel nostro archivio

HOME > Verbum dimissum

ARGOMENTI


Verbum dimissum

10,00



Descrizione

Per Emanuele Severino la scienza si occupa degli oggetti come se gli oggetti non fossero ‘per me’. Carnap diceva per esempio che i metafisici sono musicisti stonati, perché non seguono l’armonia dell’empiria. Invece il fatto non ha alcun fondamento da esibire. Il neopositivismo ha valore solo come pulizia del linguaggio, coerenza tra le proposizioni (cioè il protocollo scientifico) ma anche le proposizioni di Schmit sono in realtà arbitrio, «intrise di potenza dubitante». È una stanca riproposizione dell’argomento dello scettico per cui l’unica verità è quella che non c’è nessuna verità. L’alchimia ci invita a un cambio di prospettiva, radicale. Gli oggetti sono miei e io e gli oggetti apparteniamo a un’unica cosa. Solo questa visione ci può permettere di separare il diveniente dall’eterno, il perituro dall’incorruttibile.




EVENTI IN EVIDENZA

Salone Internazionale del Libro di Torino

Veniteci a trovare dal 19 al 23 maggio al Lingotto Fiere di Torino Padiglione Oval, Stand V53

Vedi tutti >
NEWSLETTER
Vuoi essere informato sulle novità di Tipheret?





TIPHERET
Via Vittorio Emanuele II, 194
95024 Acireale (CT)
gebonanno@gmail.com   
+39 095 76 49 138   

•   PRIVACY
•   DIRITTO DI RECESSO
MENU
PAGAMENTI



Seguici su
Facebook
Twitter
Instagram


Copyright © 2022 | Gruppo Editoriale Bonanno Srl | P.iva 04531780874 | Realizzato da Progetto E20.3

Tipheret - Gruppo editoriale Bonanno srl