La creazione spiegata ai bambini


Autori: Michele Barresi,
A cura di:
Traduzioni di:
Illustrazioni di:

Collana: Binah
Genere:
Data di pubblicazione: 2015
Disponibilità: Commercio
Numero di pagine: 276
ISBN: 978-88-6496-027-2

Acquista Libro - € 25
Abstract 

Un bambino gi un uomo. Il suo corpo in crescita, la sua anima carica di tutta l'energia da trasformare in materia per la sua futura crescita fisica, il suo spirito gi in lui. Il bambino non lo sa, ma il suo spirito che lo rende partecipe dell'unit e della conoscenza universale, che lo rende simile a Dio. Un istante prima della nascita l'angelo gli spegne con un soffio la fiammella e il bambino dimentica tutto: tutta la sua vita dovr essere dedicata allo studio della Torah , a cercare di ricordarsi quello che aveva gi imparato. Gli viene spenta la fiammella che portava sulla testa nel ventre della madre e questa viene sostituita dalla luce del mondo esterno. Nei meandri oscuri del ventre materno aveva una luce interna, questa si spegne e al suo posto viene la luce del sole, che abbaglia invece di illuminare. Per questo, continua la leggenda ebraica, il neonato piange al momento della nascita, poich ha dimenticato tutto e dovr dedicare tutta la sua vita a cercare di ricollegarsi faticosamente al sapere perduto. Il neonato piange poich non sa pi o, per meglio dire, non ricorda pi ci che gi sapeva. Le maggiori tradizioni culturali e sociali costituiscono il patrimonio ed il fondamento della Tradizione Esoterica occidentale, il processo per pervenire alla Conoscenza eminentemente un processo di ricollegamento a ci che gi in noi, ossia alla Sapienza che ci proviene da Dio e che abbiamo rimosso. Si tratta, quindi, di una sapienza imparata, ma imparata non da un magico fiat filosofico o trascendentale o, ancora peggio, attraverso una catena dialettica di razionalizzazioni, bens dalla ripresa di conoscenza di se stessi, attraverso il ricollegarsi a quello che si sapeva gi, ma che era andato perduto.

Dello stesso genere 
torna indietro